ISCRIVITI ALLA FIOM
FIOM
Dichiarazione stampa Fiom-Cgil e Nidil-Cgil Contro le pressioni ai lavoratori somministrati
  • Condividi:
  • Google Bookmarks

 

 
Dichiarazione stampa di Valerio Bondi, Segretario Fiom-Cgil Reggio Emilia
e Riccardo Bedeschi, Segretario NIdiL-Cgil Reggio Emilia.
 
“Durante queste settimane di lotta contro i disegni del governo Monti che hanno visto in poco più di 1 mese la proclamazione di 4 scioperi generali nel settore metalmeccanico, abbiamo avuto notizia di un grave episodio che ha coinvolto lavoratori somministrati impiegati in una nota azienda oleodinamica. Ci risulta che nei giorni immediatamente precedenti lo sciopero del 4 aprile due agenzie interinali operanti in città, Start people e Synergie, abbiano contattato i lavoratori temporanei loro dipendenti in missione, per sondare il terreno in merito alla loro decisione o meno di aderire allo sciopero. Addirittura nel caso di Start, ci risulta si sia tenuta una riunione collettiva dal medesimo tenore.
Siamo di fronte ad una violazione palese dello Statuto dei lavoratori e al dispiegarsi, tramite questa indagine preventiva sull’esercizio delle loro libertà sindacali, di atti di intimidazione verso lavoratori precari che come tali sono in condizione di ricattibilità. E’ forse questa la flessibilità buona invocata dal governo dei tecnici? Sono questi i primi effetti della politica di destrutturazione dello Statuto dei lavoratori alacremente perseguita dal Professor Monti? Sono questi i tratti di modernità del modello sociale che si sta perseguendo, linee guida della crescita e del rilancio del nostro paese?
Ovviamente la nostra risposta è nei fatti, rilanciando il conflitto sociale di massa contro le scelte del Governo a partire dalla prossima tappa di mobilitazione di venerdì 20 aprile. E ci teniamo a chiarire al Governo dei professori che siamo disposti ad andare fino in fondo a questa lotta, per ottenere una modifica vera e sostanziale del provvedimento scaturito dall’accordo Monti-Alfano-Bersani-Casini.
 
Sul caso che qui denunciamo, oltre a riservarci di valutare anche legalmente i profili di tali condotte, vogliamo lanciare un messaggio di vicinanza ai lavoratori precari invitandoli a non farsi intimorire e a proseguire nelle lotte per la difesa della propria condizione e delle proprie libertà. Vogliamo chiarire pubblicamente sin da ora che nei rapporti con le singole aziende non tollereremo eventuali atti di ritorsione verso quei lavoratori temporanei che hanno partecipato e parteciperanno agli scioperi i cui i contratti vanno in scadenza nelle prossime settimane.
 
La loro lotta è la nostra lotta.”   
 
 
Reggio Emilia, li 18 aprile 2012  


stampa questa pagina
FIOM Reggio Emilia Via Roma, 53 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522.457347 - Fax 0522.457399