ISCRIVITI ALLA FIOM
FIOM
Presentata la piattaforma alla Argo Tractors Oltre il 90% dei lavoratori hanno detto sì
  • Condividi:
  • Google Bookmarks
 
 893 sì, 84 no, 9 schede bianche e 5 nulle. Questo il risultato del referendum negli stabilimenti Argo Tractors della provincia, segue il testo della piattafroma.
 
 PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE   ARGO TRACTORS 2012-2015
 
 
VALIDAZIONE DELLA PIATTAFORMA E DELL’ACCORDO
 
1.      Le richieste rivendicative da inserire in piattaforma dovranno essere discusse in specifiche assemblee.
2.      La piattaforma una volta portata a sintesi comune sarà sottoposta a referendum per la sua validazione.
3.      Ferma e impregiudicata la possibilità delle OO.SS. di presentare piattaforme diverse, l’azienda, in considerazione della garanzia di rappresentatività, democraticità e consenso del percorso sopra descritto, prenderà in considerazione come base ed oggetto della trattativa, prioritariamente, la piattaforma approvata secondo la procedura di cui sopra.
4.      In previsione della fase conclusiva RSU e, FIOM-CGIL e UILM-UIL sono impegnate a svolgere una verifica del mandato a concludere con apposite assemblee ed espressione di voto dei lavoratori
5.      Qualsiasi ipotesi d’accordo conclusiva del negoziato, sarà validata e resa applicativa solo tramite approvazione con referendum di tutti i lavoratori.
 
Si richiede che l’azienda prenda atto del percorso democratico di validazione delle piattaforme e degli accordi aziendali così come richiamato nella “Procedura democratica di validazione della piattaforma e dell’accordo”, che saranno ritenute vincolanti per tutte le parti firmatarie del presenta accordo.
 
 
q       RAPPORTI SINDACALI E INFOMAZIONI.
 
A fronte dei notevoli mutamenti intervenuti in questi ultimi anni, dalla crisi mondiale di fine 2008, all’assorbimento del marchio e dei prodotti Valpadana, si rende necessario la definizione degli asset produttivi, delle mission, con la definizione degli interventi di investimenti in termini di prodotto e di processo produttivo, di ogni stabilimento e l’utilizzo complessivo dell’ex stabilimento Valpadana.
 
 
q       PROCEDURE PERMESSI
 
Si richiede che all’atto della richiesta di fruizione di un permesso retribuito da parte del lavoratore, l’azienda autorizzi tale richiesta con il rilascio di una autorizzazione scritta in duplice copia .
 
 
q       AMBIENTE, SALUTE E SICUREZZA
 
La tutela della salute dei lavoratori, l’ambiente di lavoro e la sua sicurezza sono elementi fondamentali dell’iniziativa sindacale e della contrattazione di secondo livello.
Si richiede la definizione di un percorso di confronto, tra RLS, RSPP, e Medico competente, nel quale affrontare in particolare la salvaguardia della salute dei lavoratori addetti ad attività vincolate e ripetitive, con verifica congiunta sui risultati delle indagini relative ai rischi da Movimentazione Manuale dei Carichi .
Si richiede inoltre che a tale percorso a supporto degli RLS, possa partecipare un esperto in ergonomia del lavoro esterno.
 
 
 
 
Riteniamo improrogabile un intervento risolutivo inerente il tetto del reparto montaggio e magazzino nell’unità produttiva di San Martino, anche in considerazione del fatto che su questa problematica, già dal precedente accordo aziendale, vi era un impegno preso dall’azienda che non ha trovato piena applicazione.
 
Si richiedono inoltre i seguenti interventi prioritari da realizzarsi nelle singole Unità Produttive:
 
·        Unità Produttiva di Fabbrico:
Al fine di garantire condizioni di lavoro che permettano l’attività con il massimo della sicurezza, si richiede la copertura delle rampe di carico presso il reparto spedizioni.
Onde garantire un microclima maggiormente costante in particolare nei mesi invernali, si richiede il ripristino del tunnel con doppia porta presso il reparto fine linea.
 
·        Unità Produttiva di San Martino:
Si richiede intervento di manutenzione straordinaria delle docce al fine di garantirne un utilizzo pieno e funzionale.
 
·        Unità Produttiva di Luzzara:
La linea di montaggio dei trattori, è sprovvista di impianti di aspirazione per la captazione dei vapori provocati dal riscaldamento del motore in accensione di prova.
Si richiede l’installazione di una cappa d’aspirazione a partire dalla postazione di prova del motore sulla linea di montaggio.
Si richiede inoltre l’installazione di due cappe di aspirazione fumi nel reparto assali, sulle postazioni dei fornelli per il riscaldamento dei cuscinetti.
 
·        Reparto Ricambi:
L’area di carico e scarico merci del reparto ricambi è ovviamente un’area ad altissima intensità di circolazione dei carrelli, al fine di garantire la sicurezza dei conducenti e di evitare il possibile danneggiamento dei particolari movimentati, si rende necessaria una sistemazione di tutta la pavimentazione interessata.
 
 
q       AUMENTO STRUTTURALE DELLA RETRIBUZIONE
 
Si richiede un aumento strutturale della retribuzione pari a € 40,00 mensili, con incidenza su tutti gli istituti di legge e di contratto.
 
 
q       PREMIO DI RISULTATO
 
Si ritiene vadano mantenuti gli attuali indicatori e il loro valore in percentuale sul complessivo del P.D.R. (Produttività 35%, Qualità 35%, Efficienza 30%).
 
Vanno ridefiniti gli obiettivi degli indicatori, in funzione delle nuove gamme produttive (fatto salvo la verifica sulla fase di industrializzazione del prodotto Valpadana) e con riferimento agli andamenti storici.
 
Occorre garantire in tutti gli stabilimenti, il rispetto dei tempi di consegna della documentazione per la verifica e l’analisi dei risultati degli indicatori da parte dei rappresentanti dei lavoratori componenti la Commissione PDR, definendo per quello di Luzzara i referenti aziendali.
Vanno inoltre estese a tutti gli stabilimenti , le procedure ormai sperimentate e consolidate, attuate nello stabilimento di Fabbrico.
 
    
 Importi e modalità di erogazione
 
Richiesta di P.D.R. nel quadriennio 2012-2015, pari ad € 7.000,00 uguale per tutti i lavoratori, con acconti trimestrali per una quota complessiva annuale pari ad € 820,00.
Per quanto riguarda il saldo, si confermano le procedure in atto.
 
  
Segue allegato FIOM-CGIL
 
  
ALLEGATO FIOM-CGIL
 
Per tutta la durata del presente contratto aziendale, si richiede che ai lavoratori iscritti alla FIOM-CGIL e ai lavoratori non iscritti ad altra organizzazione sindacale, sia confermata la piena applicazione della parte normativa del CCNL 20/01/2008 ed il pieno riconoscimento alla FIOM-CGIL ed alla RSU di tutti i diritti e di tutte le agibilità sindacali previste dai contratti, dagli accordi interconfederali e dalle leggi vigenti.
 
 
 
 
 
 


stampa questa pagina
FIOM Reggio Emilia Via Roma, 53 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522.457347 - Fax 0522.457399