ISCRIVITI ALLA FIOM
FIOM
TERMOMECCANICA GL: E' SCIOPERO PER IL CONTRATTO AZIENDALE I metalmeccanici dell'azienda di Felina chiedono il rinnovo dell'accordo economico
  • Condividi:
  • Google Bookmarks
I metalmeccanici dell'azienda di Felina chiedono il rinnovo dell'accordo economico

Sono scesi in sciopero oggi pomeriggio, incrociando le braccia per tre ore e mezzo, i lavoratori della Termomeccanica GL di Felina, azienda produttrice di forni industriali per verniciatura mezzi che occupa circa 60 dipendenti.

“Iniziamo oggi la nostra lotta proclamando tre ore e mezzo di sciopero – fa sapere Alessandro Gabbi della Fiom Cgil di Reggio Emilia – perchè la proprietà aziendale non vuole incontrarci per discutere la parte economica del contratto aziendale in essere”.

Nessuna apertura è arrivata dall'azienda per procedere ad un confronto in merito agli aumenti economici dell'integrativo aziendale. “Per questo nei prossimi giorni se non accetteranno di incontrarci ad un tavolo di trattativa– conclude Gabbi – proseguiremo nelle iniziative di lotta





Termomeccanica GL: già effettuate 16 ore di sciopero

La Fiom “Andremo avanti finchè l'azienda non accetterà di incontrarci”



Continua lo sciopero alla Tecnomeccanica GL di Felina. Da martedì pomeriggio infatti i lavoratori dell'azienda produttrice di forni da verniciatura effettuano pacchetti di ore di fermata per protestare contro l'atteggiamento dell'azienda, che rifiuta di aprire un tavolo di trattativa sul rinnovo del contratto aziendale.

A dover essere rinnovata è la parte economica che riguarda il premio di produzione, ma ad oggi, dopo diverse richieste d'incontro e 16 ore di sciopero continuative nessuna apertura in merito è arrivata dalla proprietà.


La richiesta di incontro è necessaria per discutere della parte economica dell'integrativo, ma credo sia anche un segno di rispetto verso i lavoratori e la rappresentanza sindacale – spiega Alessandro Gabbi, funzionario Fiom che segue la vertenza -.I rapporti nell'azienda si sono deteriorati negli ultimi mesi con episodi di pressioni individuali e contestazioni disciplinari e sederci davanti ad un tavolo sarebbe anche un modo per chiarirsi”.


Per il momento però tutto è fermo. “Lo sciopero messo in atto sta ottenendo una grossa adesione del reparto di produzione – conclude Gabbi -eccezion fatta per circa dieci persone che hanno contratti a termine o che addirittura – questione anche questa problematizzata con l'azienda – lavorano con i voucher. A fronte di tutto ciò si è deciso che sino a quando non ci verrà concesso un incontro si continuerà con la lotta nelle forme consentite”.
9 Settembre 2016


 

stampa questa pagina
FIOM Reggio Emilia Via Roma, 53 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522.457347 - Fax 0522.457399