ISCRIVITI ALLA FIOM
FIOM
  • Condividi:
  • Google Bookmarks
La modalità di calcolo dell’assegno pensionistico, consiste nell’individuazione di un coefficienti di trasformazione del capitale accumulato - attraverso un calcolo attuariale della speranza di vita – che decresce con l’età del pensionando. L'attuale finestra di uscita prevista è compresa tra i 57 e i 65 anni, la nuova riforma delle pensioni D. Lgs. 201/2011, avendo introdotto il criterio di adeguamento dell'età d'uscita alla speranza di vita sposterà la forbice a 62 – 70 anni, per entrambi vale il concetto che più bassa è l’età di uscita minore sarà l’assegno pensionistico.
Il concetto di “speranza di vita” è per definizione un concetto mobile, strettamente legato al livello di benessere raggiunto in un dato paese. In Italia dal dopoguerra in poi la speranza di vita è sempre aumentata, storicamente non è sempre stato così. Recentemente ad esempio un paesi come la Russia, dopo la crisi degli inizi anni novanta, ha visto drammaticamente scendere la speranza di vita della suo popolo. La legge 335/95 prevedeva la revisione decennale dei coefficienti di trasformazione, con la Legge 247/2007 la revisione avverrà automaticamente ogni tre anni, attraverso un calcolo attuariale simile, seppur temperato, a quanto viene fatto nel sistema assicurativo privato.


stampa questa pagina
FIOM Reggio Emilia Via Roma, 53 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522.457347 - Fax 0522.457399