ISCRIVITI ALLA FIOM
FIOM
Dopo tre mesi di presidio alla Paterlini di S.Martino in Rio raggiunta intesa con l'azienda Una storia piena di tenacia dove l'unità e la compattezza delle persone sono state premiate.
  • Condividi:
  • Google Bookmarks
Hanno sfidato il freddo dell'inverno è sono rimasti in sciopero e presidio per quasi tre mesi i circa quindici lavoratori e lavoratrici della Paterlini Srl, piccola azienda di San Martino in Rio che produce attrezzature agricole.
In lotta per recuperare 6 mesi di stipendi arretrati, in una realtà dove le responsabilità sono da individuare maggiormente nella gestione imprenditoriale degli ultimi anni piuttosto che nel contesto socio-economico che oramai accusa i sei anni di crisi trascorsi.  
Il risultato della costanza dimostrata si è materializzato nell'intesa trovata con l'azienda.
“Un accordo difficile e finora ingiustamente negato – spiega la Fiom - che prevede l'utilizzo degli ammortizzatori sociali, il pagamento immediato di parte delle retribuzioni arretrate e la rateizzazione  in 4 mesi delle restanti spettanze relative ai decreti ingiuntivi nel frattempo sospesi”.
Una piccola storia, di quelle che non fanno clamore, che parla però di rispetto per la propria condizione di lavoratori, che per il lavoro che svolgono devono essere retribuiti, mettendo al primo posto il rispetto della dignità e rivendicano di essere cittadini fuori e dentro la fabbrica.
“Troppo spesso in questa società la dignità viene sopraffatta da bisogni essenziali che sono frutto di ricatti ai quali tanti lavoratori debbono sottostare non trovando la forza di reagire, a volte per mancanza di alternative – continua la Fiom -  Mentre in questo caso abbiamo assistito ad una storia piena di tenacia, dove l'unità e la compattezza delle persone, ognuna con la propria storia alle spalle,  sono state premiate”.
Si conclude così positivamente un percorso di difficile lotta durato mesi e che lascia un  importante messaggio di coraggio contro l'ingiustizia, a supporto di  tutti i lavoratori.  Un grande ringraziamento spetta alle RSU di diverse aziende, a lavoratori, a sindacalisti della Fiom e Cgil, a cittadini, associazioni, all'amministrazione locale di San Martino In Rio, a ad alcuni commercianti del paese, che in questi mesi sono stati vicini ed anno sostenuto ben oltre la semplice solidarietà tutti i lavoratori della Paterlini Srl, portando avanti una lotta anche quando sarebbe stato più semplice considerarla una battaglia persa.
 


stampa questa pagina
FIOM Reggio Emilia Via Roma, 53 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522.457347 - Fax 0522.457399